Valle di Blenio

Le Terre di Blenio vanno scoperte con gli occhi di un bambino che per la prima volta vede il sole. Poi si addormenta e il giorno dopo si meraviglia perché lo vede sorgere ancora. In questa Terra dell'Alto Ticino l'uomo ha saputo intessere la propria vita con trame dai colori qui pastello e là sfavillanti. Un'operosità quasi schiva che ha nascosto fabbriche storiche, come quella di una cioccolata che esiste solo nei ricordi, in luoghi da cartolina. Piccoli paesi incastonati nei boschi si rivelano quando i tamburini guidano sfilate in costume napoleonico. Poi per un anno intero tornano a una quiete discreta che è rifugio per le famiglie. Centinaia di piccoli edifici rustici fanno della Valle del Sole un immenso albergo dove le acque hanno proprietà curative e le erbe sono officinali. Un amore per la propria Terra che ispira l'originalità degli artigiani e riempie le credenze dei contadini di sapori e profumi nostrani.Terra solatia e ricca di tradizione: qui le rovine di un castello o le sale austere di un musei, rievocano antichi splendori; là un torchio centenario riporta alla mente vini rossi come i grappoli che ancora oggi crescono in vigneti storici. Tutt'attorno una fitta rete di sentieri che conduce a terrazzi sospesi a mezz'aria dove il panorama varia e rapisce ad ogni battito di ciglia. E più il passo porta in quota più la montagna si svela in tutta la sua spiritualità, disponendo l'animo alla meditazione; lì quasi in cima al Lucomagno, le radure sono meta di studi sul legame indissolubile tra uomo e natura. Sono le Terre di Blenio, solari e gioiose anche d'inverno, quando le scolaresche riempiono i silenzi dei pendii innevati di risate argentine, ma anche quando si sente forte il richiamo di dolci pianure dove sugli sci si può udire solo il suono del proprio respiro e del vicino ruscello, fedele compagno di un'avventura indimenticabile. Sono le Terre di Blenio, dove il sole dà spettacolo.